IL CIELO DI MANTOVA

TESTO E MUSICA DI ENZO ISAIA

 

Mantova disegnata nel cuore dei bambini, tra la sua gente e le sue gallerie,

nei pomeriggi freddi e tra le sue foschie, il tempo si è fermato nei monumenti.

Eppure è strano io non sono nato qui,  però lassù Dio mi ha detto:  tu stai qui…

perché qui ho scritto il tuo calendario….e poi so già che ti senti amato.

Il cielo qui è sereno …qui non piove sofferenza…..ed io rinasco !

Non son più solo.

Mantova mi dice hai un’altra vita…..dimentica quella amara…..

Mantova è una donna amica….mi dice che ce la farò

Ed io la guardo  un pò impaurito….nel silenzio….e poi mi sento a lei unito.

Mantova è uno stupore in giro per le vie, tra i suoi giornali e le sue allegrie,

tra i vini rossi e le osterie, contemplo tutti i miei  errori.

Mantova accesa nella vanità, tra i marciapiedi e la sua realtà

Mentre la sua vita ha i suoi cambiamenti.

E qui  tutto è sereno e quando piove  sono allegro anche io

Mantova ha tutta la mia vita…anche quella troppo amara e malriuscita